WordPress gestisce quasi il 30% del Web ed è il CMS più utilizzato al mondo per creare siti Internet con Joomla e Drupal (1). Gratuito, facile da usare e da installare ed estremamente flessibile, WordPress ha molti vantaggi da offrire. Tuttavia, va detto che nel tempo WordPress è diventato più pesante e sempre più persone cercano delle alternative gratuite e indipendenti credibili a WordPress.

Ghost, un’alternativa interessante a WordPress per creare un blog minimalista

Se ha voglia di tornare a un CMS semplice, pulito e reattivo dedicato ai contenuti del suo blog, allora Ghost fa al suo caso.

Lanciato nel 2013, Ghost è un CMS Open Source progettato per creare blog essenziali. L’interfaccia di amministrazione minimalista è semplice da usare e la redazione degli articoli avviene in Markdown, un linguaggio di formattazione del testo di facile apprendimento che, una volta adottato, consente di risparmiare molto tempo.

Rispetto a WordPress, Ghost è più rapido, più facile da usare e permette di concentrare l’attenzione dei visitatori sui contenuti. Per contro, Ghost è meno flessibile e completo rispetto a WordPress e per funzionare richiede maggiori conoscenze tecniche per l’installazione e un hosting Web compatibile con la piattaforma software Node.js.

Ecco a cosa assomiglia l’interfaccia di amministrazione di Ghost

Installare il CMS Ghost in Infomaniak

Come annunciato nel nostro roadmap, la piattaforma software Node.js prossimamente sarà disponibile su tutti i nostri hosting Web ed è già possibile installare le applicazioni Node.js con un Server Cloud gestito.

Installare Ghost su un Server Cloud gestito

  1. Crei un hosting e un account FTP/SSH sul suo Server Cloud
  2. Contatti il nostro supporto per attivare NVM (specifichi il nome dell’hosting e dell’account FTP/SSH)
  3. Acceda in SSH al suo hosting
  4. Recuperi l’ultima versione di Ghost con il comando
    npm i -g ghost-cli
  5. Installi Ghost nella directory di destinazione del suo sito con il comando
    cd website-folder && ghost install --db sqlite3 --no-setup-linux-user --no-setup-nginx --no-setup-ssl --no-start --process local (es.: per la directory “web” predefinita: cd web && ghost install --db sqlite3 --no-setup-linux-user --no-setup-nginx --no-setup-ssl --no-start --process local)
  6. Inserisca le informazioni richieste:
    • System checks failed with message: ‘Linux version is not Ubuntu 16’
      Some features of Ghost-CLI may not work without additional configuration.
      For local installs we recommend using `ghost install local` instead.
      Continue anyway? (Y/N)
      Rispondere sì
    • Enter your blog URL: (http://localhost:2368) https://yourblogurl.com
  7. Con Ghost che funziona sulla porta 2368, è necessario effettuare un reindirizzamento del traffico tramite il file .htaccess del sito. Nella root del sito, apra o crei il file .htaccess con il comando
    nano .htaccess
  8. Inserisca le seguenti istruzioni nel file .htaccess:
    RewriteEngine On
    RewriteRule ^(.*)$ http://localhost:2368/$1 [L,P]
    DirectoryIndex ""
  9. Avvii Ghost con il comando
    NODE_ENV=production node index.js
  10. Verifichi il corretto funzionamento del suo sito
  11. Segua questa guida per garantire sempre il corretto funzionamento di Ghost

Risorse utili

(1) w3techs.com