One FM, LFM, Radio LAC, One TV e LFM TV: il Gruppo Media One scandisce il ritmo della vita quotidiana degli svizzeri romandi con contenuti locali, intrattenimento, musica e notizie regionali. Nei profondi mutamenti che il mondo dei media sta attraversando con l’avvento della digitalizzazione, il gruppo vede semplicemente una sfida da affrontare. Con le sue soluzioni di streaming radio e video, la propria piattaforma VOD e AOD e i suoi hosting cloud, Infomaniak è un partner di prima scelta.

«Per gestire più media nel lungo termine occorre saper adottare e utilizzare la tecnologia giusta al momento giusto. Per poter seguire la strada giusta, abbiamo bisogno di un partner specializzato, evolutivo e affidabile nel lungo termine, come Infomaniak appunto». Alexandre de Reamy, Direttore Generale di Media One Group

ONE FM, LFM, RADIO LAC: marchi forti, riconosciuti dal pubblico

In 25 anni, Media One Group è riuscito a sviluppare marchi emblematici nel panorama audiovisivo della Svizzera romanda. Difficile non sintonizzarsi su queste tre emittenti quando si vive a Ginevra, Losanna e oltre, grazie a DAB+ e Internet. Dare il ritmo, parlare, osservare, celebrare il nostro quotidiano: è esattamente questa la mission di Media One Group. L’audience ottenuto con le sue attività supera i 500’000 ascoltatori al giorno: sicuramente un numero invitante per gli inserzionisti. Ed è per questo che, sempre in questa dimensione locale, il gruppo ha creato una regia e produzione pubblicitaria propria, Media One Contact, che collabora in particolar modo con le emittenti radio Rouge FM, Nostalgie, NRJ, Virgin Radio e Radio Plus.

Saper sfruttare gli sviluppi tecnologici per stare al passo con i tempi

Lo status di gruppo di emittenti radio private numero uno della Svizzera romanda richiede a Media One Group un impegno continuo, naturalmente anche in termini tecnologici.

«Nel settore audiovisivo e dei media, l’evoluzione tecnologica è continua, se non esponenziale. Tutto questo rende il lavoro di sviluppo emozionante, impegnativo e motivante». Stéphano Allocco, Direttore tecnico di Media One Group

Come per gli altri player, la trasmissione dei programmi radio e TV passa automaticamente dall’una o dall’altra delle seguenti tecnologie:

  • BROADCAST
  • BROADBAND

La parte broadcast (FM, DAB+, TNT) assicura la trasmissione principale. Questa raggiunge gli ascoltatori in auto, in ufficio o alla caffetteria, mentre la broadband consente la trasmissione dei programmi tramite Web (Swisscom TV, Net+, Infomaniak streaming Web).

Rispondere a un consumo dei media più frammentato

«Considerato che oltre la metà dei nostri visitatori navigano nei nostri siti web da mobile, è necessario realizzare uno scenario tecnico in grado di assicurare l’accesso ai contenuti e un loro caricamento in tempi rapidi». Stéphano Allocco, Direttore tecnico di Media One Group

La broadband e il Web favoriscono la diversificazione dei vettori di trasmissione: podcasting, webcasting, siti web, VOD, applicazioni mobili, ecc. Ciò consente di rivalorizzare i contenuti nel lungo termine grazie alle condivisioni, nonché di estendere la portata e la durata utile dei programmi in particolare sui social network. Il Web richiede anche la creazione di formati originali (clip, podcast nativi, playlist, ecc.) che possono essere adattati alle esigenze degli inserzionisti accrescendo le possibilità di punti di contatto e di fidelizzazione dell’audience. Questi adattamenti comportano lunghe attività di editing dei contenuti, di ricodifica per più piattaforme, formati e dispositivi di destinazione a varie risoluzioni.

I canali di Media One Group sono inoltre soggetti alla stagionalità e a forti variazioni di audience. Il carico dei siti Web varia sicuramente in base ai contenuti di attualità, ma anche agli eventi. One FM, l’ideatrice della Lake Parade, registra ad esempio un forte picco al momento di One FM Star Night, uno spettacolo unico nel suo genere che ha bisogno della sua piattaforma Web, dei flussi in streaming e dei flussi video/audio on demand.

Sfide

  • Sviluppare i marchi dei media sfruttando le evoluzioni tecnologiche con il supporto di un partner tecnologico riconosciuto, accessibile e affidabile (nel lungo termine).
  • Ottimizzare la diversificazione dei vettori di trasmissione, dei formati e delle risoluzioni per rispondere all’evoluzione delle attese degli ascoltatori.
  • Adeguare l’infrastruttura IT del gruppo alle esigenze stagionali tenendo conto delle opportunità tecnologiche ed ecologiche.

Le infrastrutture digitali di Media One sono gestite da un team di 4 persone con 100 utenti interni (e oltre mezzo milione di ascoltatori multimediali, applicazioni e siti Web ogni giorno).

Scegliere Infomaniak: affidabile, evolutivo, locale e umano

«Infomaniak è uno dei provider storici del gruppo con il quale abbiamo costruito un rapporto di collaborazione solido ed entusiasmante. I rapporti tra i nostri team sono caratterizzati da apertura e da un regolare scambio di pareri e informazioni con i tecnici o la direzione. Possiamo testare nuove possibilità o tornare indietro, e tutto questo ci è molto utile per progredire». Alexandre de Reamy, Direttore Generale di Media One Group

Optare per un partner tecnologico con ottime conoscenze del mondo dei media

Possiamo dire che con Infomaniak disponiamo di tutti gli strumenti e gli interlocutori da un’unica fonte. È una risorsa strategica. Dal 2005, Infomaniak gestisce il flusso streaming radio di One FM, che è divenuta la prima radio web della Svizzera, utilizzando ancora la propria tecnologia con la quale progettò anche un sito web all’avanguardia per quei tempi. Siamo stati affiancati in tutti i successivi sviluppi vissuti dai media.

Oggi, facciamo largo uso della gamma di servizi di Infomaniak:

Ci sono anche servizi in fase di valutazione:

Apprezziamo anche il fatto di poter regolarmente partecipare a riunioni informative con i team di Infomaniak impegnati nello sviluppo della piattaforma VOD. In particolare, abbiamo lavorato con Arnaud Toullieux per quanto riguarda l’integrazione della V2 dell’API VOD, una versione ottimizzata che offre vantaggi di funzionalità da sfruttare con un potenziale di evoluzione in grado di rispondere alle nostre esigenze.

«Infomaniak si impegna attivamente con i media partner locali, quali Media One, ma anche con quelli internazionali, allo scopo di fare evolvere congiuntamente i nostri prodotti mediatici». Arnaud Toullieux, Streaming & VOD Lead Developper presso Infomaniak

Soluzioni affidabili e ad alta prestazione per diversificare i canali di trasmissione

Le soluzioni di trasmissione di Infomaniak, a iniziare dallo streaming radio e video, hanno dimostrato la loro affidabilità nel lungo termine. Lo streaming HLS a bitrate adattivo consente di ottenere una buona stabilità del flusso in base alle variazioni di larghezza di banda presso l’ascoltatore (trasporti, wifi pubblico, ecc.). La piattaforma streaming di Infomaniak riduce sensibilmente il peso della trasmissione assicurandoci un senso di tranquillità e quindi di libertà. Possiamo contare su:

  • Flussi audio/video disponibili a prescindere dal carico/dalle condizioni.
  • Statistiche affidabili, uno strumento di analisi e il monitoraggio dell’audience forniti dalla piattaforma.
  • Una soluzione compatibile con la gran parte dei sistemi di pubblicità disponibili sul mercato.

Utilizziamo la piattaforma VOD e AOD per diversificare i nostri formati che possono essere consultati sulle nostre applicazioni e siti Web. Questa diversificazione consente di prolungare la durata utile dei contenuti che gli ascoltatori possono quindi seguire in più volte. Gli ascoltatori possono ritrovare questi contenuti sulle nostre piattaforme e condividerli sui social network aumentando la loro portata iniziale.

La nostra collaborazione con Infomaniak su questo prodotto consente ai nostri team di concentrare i loro sforzi sulla produzione dei contenuti anziché sulla loro gestione.

«L’API pubblica di Infomaniak ci ha consentito di collegare i nostri sistemi di trasmissione con la piattaforma VOD di Infomaniak, quindi di automatizzare completamente la creazione dei nostri podcast audio e video, senza nessun intervento umano. Pochi minuti dopo la sua conclusione, il notiziario di mezzogiorno viene messo automaticamente a disposizione dei nostri ascoltatori su tutti i nostri media e applicazioni». Stéphano Allocco, Direttore tecnico di Media One Group

Il cloud Infomaniak per rispondere ai picchi di carico riducendo l’impronta ecologica

L’evoluzione verso il “cloud totale” ci sembra inevitabile. Non vogliamo acquistare o monopolizzare server la cui produzione inquina, quando invece possiamo utilizzare risorse dedicate virtuali, molto più ecologiche ed economiche. Dobbiamo superare anche il problema della stagionalità e delle esigenze ad essa correlate durante i nostri eventi e anche quello dei picchi di carico legati alla durata utile dei contenuti multimediali e delle notizie.

Al momento, disponiamo di server cloud e stiamo studiando le possibilità con Virtuozzo Cloud e Infomaniak Public Cloud. Ancora non sappiamo tuttavia verso quale di queste tecnologie ci stiamo dirigendo. Probabilmente verso entrambe: Virtuozzo per il ridimensionamento dinamico delle risorse, ad esempio, e Public Cloud per consentire ai nostri sviluppatori di avere un maggiore controllo sull’infrastruttura.

Questa evoluzione di Infomaniak nel settore del cloud ci spinge a ripensare l’architettura dei nostri futuri servizi con container, dipendenze, microservizi, ecc.

Lavorare con i servizi di Infomaniak

Come sta procedendo l’implementazione delle soluzioni di Infomaniak?

In linea generale, l’implementazione delle soluzioni di Infomaniak è facile.

Le soluzioni di Infomaniak sono robuste e stabili nel lungo termine. Tuttavia, in alcuni casi è necessario il supporto dei suoi team, essendo il nostro un settore di attività piuttosto specifico. Un grosso grazie ai team di Infomaniak che forniscono sempre un supporto eccellente.

Avete avuto difficoltà nella pratica?

Le nostre esigenze sono principalmente legate all’evoluzione tecnologica e agli aggiornamenti di sicurezza. Talvolta, abbiamo la sensazione di correre dietro a un treno: portiamo a termine l’aggiornamento di alcuni servizi ed ecco che arrivano nuovi aggiornamenti importanti. In definitiva, l’evoluzione è una necessità e il fatto che Infomaniak sia sempre aggiornato è un elemento apprezzabile, soprattutto a fronte degli eventi recenti (falla Log4shell ad esempio). Per assicurare un monitoraggio completo, dobbiamo ottimizzare regolarmente le nostre procedure 😉

Che ruolo svolge lo «swiss made» in tutto questo?

Per noi è essenziale che l’infrastruttura di produzione (gli studi, la redazione,…) sia ubicata in Svizzera e più precisamente a Ginevra e Losanna. La posizione geografica ha un impatto significativo sulla percezione che i nostri ascoltatori e clienti hanno dei nostri media, e quindi sull’audience e sul fatturato.

Gli aspetti di cui non potreste “fare a meno”?

Infomaniak ci fornisce soluzioni affidabili e solide, cosa che apprezziamo molto. Poter contare su servizi di qualità è un fattore indispensabile per crescere serenamente. Ciò che apprezziamo molto di Infomaniak è il contatto umano; in caso di bisogno sappiamo di poter parlare con i team e contare sul supporto necessario che è assolutamente indispensabile, geniale, ma soprattutto prezioso.

Scopri altro