Abbiamo testato per te Gutenberg, il futuro editor di contenuti di WordPress 5.0. In questo articolo trovi le risposte a tutte le tue domande e una miniguida per scoprire questa importante rivoluzione di WordPress, lo strumento più utilizzato al mondo per creare siti Internet.

Se hai creato il tuo sito con WordPress, avrai sicuramente notato che la prossima introduzione del nuovo editor di contenuti Gutenberg apporterà una piccola rivoluzione. Come ogni novità, quest’ultima comporta molte domande e cambiamenti nelle nostre abitudini:

  • “Il mio sito sarà sensazionale?”
  • “Come funziona Gutenberg?”
  • “Quali sono i vantaggi di Gutenberg?”
  • “Cosa ne sarà dei costruttori di pagine?”
  • “Sarò obbligato a passare a Gutenberg?”
  • Ecc.

Se ti poni delle domande su questa piccola rivoluzione, questo articolo fa al caso tuo 🙂

“Il cambiamento è la legge della vita. E coloro che guardano solamente al passato o al presente, sicuramente perderanno il futuro”. John Fitzgerald Kennedy

Gutenberg: cosa, perché, quando?

Cos’è Gutenberg?

Gutenberg è l’editor di contenuti che presto sostituirà l’editor a cui sei abituato da molti anni. Prende il nome da Johannes Gutenberg, inventore che ha rivoluzionato più di 500 anni fa l’arte della stampa e della riproduzione dei testi.

L’obiettivo di questa rivoluzione è di semplificare ancora di più la creazione di contenuti. Con Gutenberg, costruirai le tue pagine trascinando blocchi come immagini, video, gallerie, ecc. il che consente di creare con molta facilità bellissime impaginazioni perfettamente ottimizzate per i cellulari. Non è più necessario utilizzare innumerevoli shortcode per creare colonne, inserire il testo all’interno dei riquadri o inserire i tuoi social network.

Con il prossimo importante aggiornamento di WordPress, avrai quindi nativamente un Page Builder estremamente facile da usare.

Quando verrà introdotto Gutenberg?

Gutenberg verrà introdotto con il lancio di WordPress 5.0, ma non è stata confermata alcuna data di uscita dagli sviluppatori.

Stando al calendario abituale degli aggiornamenti di WordPress, questo aggiornamento potrebbe arrivare entro la fine del 2018 o al più tardi durante il primo trimestre 2019.

Gutenberg: le conseguenze concrete per il tuo attuale sito

Il mio sito sarà compatibile con Gutenberg?

La community WordPress si sta preparando da tempo all’arrivo di questo nuovo editor. Aggiornando regolarmente il tuo sito (cosa che ti raccomandiamo vivamente di fare per motivi di sicurezza), non sarà necessaria alcuna azione da parte tua nella maggior parte dei casi se utilizzi estensioni e temi comuni.

Se non hai realizzato il tuo sito autonomamente o non sei sicuro di utilizzare temi o componenti regolarmente aggiornati, non esitare a contattare il tuo webmaster o uno dei nostri partner per verificare la compatibilità del tuo sito con WordPress 5.0.

Ho realizzato il mio sito con un Page Builder (Divi, Elementor, Visual Composer, Beaver Builder, Thrive Architect). Continuerà a funzionare con Gutenberg?

  • Elegant Themes: Elegant Themes l’ha confermato, Divi e Gutenberg adesso sono compatibili.
  • Elementor: anche Elementor l’ha confermato introducendo le nuove funzioni della sua versione 2.1 che offre ad esempio la possibilità di passare facilmente da Gutenberg a Elementor.
  • Visual Composer: anche il Page Builder più utilizzato sulla piattaforma Themeforest sarà compatibile con Gutenberg (fonte). Potrai scegliere tra due opzioni:
    • Utilizzare l’editor Gutenberg con il tuo layout Visual Composer
    • Disattivare/Attivare l’editor Gutenberg (nel caso in cui tu voglia continuare a utilizzare l’editor classico)
  • Beaver Builder: Beaver Builder 2.1 e Gutenberg sono compatibili (fonte). In base alle tue preferenze, potrai scegliere tra l’editor classico, Gutenberg e Beaver Builder.
  • Thrive Architect: Shane Melaugh, la mente di Thrive Theme, ha confermato che Thrive Architect sarà completamente compatibile con Gutenberg.

Gutenberg sostituirà i Page Builder (Divi, Elementor, Visual Composer, Beaver Builder, Thrive Architect)?

Gli utenti che provano WordPress saranno soddisfatti da Gutenberg che adesso offre tutte le funzioni di base per curare l’impaginazione senza dover aggiungere un’estensione a pagamento come Divi, Elementor, Visual Composer, Beaver Builder o Thrive Architect.

Gli utenti esperti o quelli che utilizzano già un Page Builder per le funzioni avanzate potranno continuare a costruire le loro pagine con il loro strumento preferito, a condizione che questo sia compatibile con WordPress 5.0.

Dato che Gutengerg è ancora nella sua fase iniziale, i Page Builder di riferimento attualmente offrono maggiori possibilità, ma gli sviluppatori di Page Builder dovranno raddoppiare l’impegno per reinventarsi e convincere gli utenti. Alla fine, sarà tutta la community WordPress a beneficiarne.

Sarò obbligato a utilizzare Gutenberg con WordPress 5.0?

  • Prima dell’uscita di WordPress 5.0, puoi scegliere di provare il nuovo Page Builder o continuare a utilizzare l’editor classico.
  • Per contro, il nuovo editor sarà attivo per default nella prossima versione superiore di WordPress. Ti raccomandiamo pertanto di provare la compatibilità dei tuoi temi e delle tue estensioni prima di installare WordPress 5.0.

Come provare subito Gutenberg sul tuo sito?

Gutenberg è per il momento disponibile solo come estensione. Ti suggeriamo tuttavia di non installarlo su un sito in fase di pubblicazione dato che è sempre nella versione beta.

Per installare Gutenberg:

  1. Accedi al pannello di controllo di WordPress
  2. Vai in Estensioni >> Aggiungi
  3. Cerca Gutenberg nella barra di ricerca
  4. Clicca sul pulsante Installa
  5. Clicca sul pulsante Attiva

A questo punto il tuo editor funziona e il tuo sito utilizzerà l’editor Gutenberg predefinito.

I tuoi primi passi con Gutenberg

Adesso che abbiamo visto come installare e attivare Gutenberg, sei pronto per scrivere il tuo primo articolo con il nuovo editor di WordPress.

Come funziona Gutenberg?

I singoli blocchi

Gutenberg costruisce le pagine con blocchi, ciascuno dei quali offre una funzionalità che gli è propria. Puoi quindi aggiungere un blocco di testo, di colonna, di immagine o di video.

Vuoi condividere una playlist Spotify? Una campagna di crowdfunding da includere? Esiste anche un blocco progettato a tale scopo. Il tutto avviene in modo molto semplice.

Puoi impilare, incastrare, trascinare e spostare i blocchi gli uni sugli altri o uno accanto all’altro per costruire articoli o le pagine dei tuoi sogni, un po’ come le costruzioni Lego.

Quali sono i diversi blocchi inclusi?

Nel momento del lancio, Gutenberg includerà i seguenti blocchi:

  • Paragrafo: consente di inserire un paragrafo e di personalizzare la dimensione del carattere, il colore del testo e lo sfondo del blocco.
  • Titolo: permette di inserire un titolo da H1 a H6, ideale per strutturare il tuo contenuto e ottimizzarlo per il referenziamento nei motori di ricerca.
  • Immagine: consente di inserire un’immagine e di personalizzarne l’aspetto.
  • Galleria: consente di creare magnifiche gallerie di foto. Basta scegliere il numero di colonne perché il contenuto si adatti automaticamente.
  • Elenco: consente di aggiungere un elenco di elementi, numerato o puntato.
  • Citazione: consente di aggiungere una citazione.
  • Audio: consente di inserire un file audio e di decidere se la lettura deve essere automatica o in loop.
  • File: consente di aggiungere un file che i tuoi visitatori devono potere scaricare facilmente.
  • Sottotitoli: consente di scrivere un testo più piccolo di un titolo, ma più grande del testo di base.
  • Video: permette di inserire facilmente video nelle tue pagine e articoli.

Esistono molte altre funzioni che ti permetteranno in particolare di modificare la formattazione del contenuto, di inserire colonne, pulsanti, separatori o di inserire video YouTube o contenuti provenienti dalle piattaforme sociali più popolari.

Come inserire un blocco?

Cliccando sul (+) a sinistra di Scrivi la tua storia, compare una finestra di pop-up che ti chiede di inserire uno dei blocchi più utilizzati. Inseriamo ad esempio un blocco paragrafo.

Come personalizzare un blocco?

Una volta creati i blocchi, basta cliccare su un blocco per personalizzarne la visualizzazione in base ai tuoi desideri. Nel nostro esempio precedente, personalizziamo il primo blocco di paragrafo modificando la dimensione del testo aggiungendo un capolettera su sfondo grigio.

***

Ora sei pronto al prossimo arrivo di Gutenberg. Come potrai constatare, questo nuovo strumento ti offre la possibilità di creare ancora più facilmente siti coinvolgenti.

Se non hai ancora un sito, questo è il momento ideale per scoprire WordPress che diventa ancora più facile da utilizzare e più potente di prima.

Tutto quello di cui hai bisogno per iniziare è un hosting Web ottimizzato per WordPress e un nome di dominio.

Maggiori informazioni